Come vendere su Amazon è la domanda che si pongono per la maggiore i commercianti e non in questo periodo.

Il motivo è presto detto: Amazon con oltre 2 miliardi di iscritti è allo stato attuale il mercato globale più grande in assoluto.

Entrare da protagonista in questo mercato è assai arduo, ed è per questo che società del calibro di Amazon Web Agency hanno dato vita a servizi dedicati a tutti coloro i quali vogliono iniziare la loro avventura commerciale. Tra tutti spicca il servizio : Amazon Start Up .

Non va tralasciata neppure la consulenza di un commercialista, il quale sarà in grado di rispondere a 3 domande ricorrenti:

1:) come vendere su Amazon da privato

2:) come vendere su Amazon con partita iva

3:) come vendere su Amazon da azienda

4;) come vendere su Amazon senza partita iva

Il primo passo da effettuare consiste nel creare un account Amazon.

Questo può essere di tipo free (consigliato per chi vende pochi prodotti, dei quali Amazon si trattiene una percentuale sulle vendite) con molte limitazioni; oppure un account professional, nel quale verrà corrisposto un canone mensile a cambio di una serie di strumenti utili per la vendita.

Sconsigliamo di iniziare con l’account free, se non per un periodo di tempo utile per scoprire le funzionatila del market place ed averne così la dimestichezza necessaria una volta passati al Professional.

Una volta che avremo inserito i prodotti, per determinare l’utile che andremo a ricavare dalle vendite sarà necessario conoscere a quanto ammontano le spese di spedizione Amazon.

Altro fattore da considerare è la conquista della buy box, la sola che permette di vendere davvero !!!

Di Fatto, la buy box si porta via l’80% delle vendite.

Un sistema per conquistarla consta nell’aderire al programma Amazon Prime. Ma prima dobbiamo necessariamente conoscere quanto costa Amazon prime per non rischiare di vendere i prodotti senza utile.